17 Gen

CdA DAI in Trentino Alto Adige

Proseguono gli incontri del Consiglio di Amministrazione di Demeter Italia con i titolari di licenza e con le aziende in Iter di tutoraggio italiane. Il prossimo incontro si terrà venerdì 20 gennaio 2023 in Trentino Alto Adige presso l’azienda Casòn Hirschprunn, via Casòn Hirschprunn 1, 39040 Magrè ssdv.

L’incontro sarà l’occasione per il CdA Demeter di conoscere e di ascoltare le esperienze dei soci e di presentare il progetto delle Comunità Biodinamiche, per creare sui territori momenti di scambio e confronto su tematiche di attualità sulla biodinamica e su Demeter e cercare insieme soluzioni a problematiche di tipo agricolo, commerciale e conoscitivo.

Le Comunità Biodinamiche vogliono essere occasioni d’incontro per agricoltori, trasformatori e distributori biodinamici Demeter, o in iter di tutoraggio Demeter, su territori locali (regionali, provinciali ecc.). Lo scopo è creare uno scambio tra attori per affrontare insieme problemi e occasioni che nascono dal quotidiano impegno nel rispettivo settore di competenza. Luoghi dove dall’ascolto e dal confronto possano emergere soluzioni a problemi legati a specifiche attività in ambito agricolo (es. tecniche di sovescio, macchine per trattare il terreno, preparazione del cumulo, utilizzo dei preparati, presenza degli animali ecc.), commerciale (es. mercati locali, approccio ai distributori, condivisione di soluzioni di marketing, fiere), conoscitivo (es. ricerche in ambito biodinamico, collaborazioni con dipartimenti universitari ecc.).

Share this
17 Gen

Demeter Italia a Biofach 2023

Di Francesca Lucifero, segreteria generale Demeter Italia

Anche quest’anno Demeter Italia sarà presente, dal 14 al 17 di febbraio 2023, alla manifestazione Biofach di Norimberga, in Germania, con uno stand collettivo che ospiterà più di 15 aziende biodinamiche certificate Demeter. Dall’ortofrutta all’aceto, dalle erbe officinali al vino e all’uva tavola, passando dai salumi, dalle conserve a pasta, legumi, agrumi e formaggi, un paniere completo di prodotti Demeter rappresentativi della produzione di alta qualità italiana sarà presentato a Biofach nella Hall 6, Stand 6-325 6-219.

Biofach è la fiera di riferimento per il nostro comparto, la fiera del cibo biologico “un importante appuntamento di business, un momento emozionale per il settore, un momento di incontro e di posizionamento”. Quest’anno giunta alla sua 34° edizione, dopo l’edizione digitale del 2021 e la Summer Edition nel 2022, Biofach ritorna nella sua sede naturale di febbraio. La Summer Edition 2022 ha avuto oltre 24.000 visitatori professionali provenienti da 137 paesi e 2.276 espositori provenienti da 94 paesi.

La partecipazione a questa importante fiera internazionale implica un grande lavoro di coordinamento da parte degli uffici Demeter per cercare di offrire un servizio sempre migliore ai nostri associati. Quest’anno abbiamo anche collaborato con Demeter International che avrà uno spazio vicino allo stand di Demeter Italia, anche per dare continuità all’area Demeter all’interno della fiera.

Presso lo stand Demeter Italia sarà presente anche un servizio di catering, non solo per rendere più accogliente ed ospitale la nostra esposizione ma anche per offrire la possibilità di assaggiare gustosi piatti a base di ingredienti Demeter, offerti dai nostri associati.

Ci auguriamo che possiate venirci a trovare nel nostro stand, siete tutti i benvenuti.

Vi aspettiamo a Norimberga!

Share this
17 Gen

I ritmi vitali delle piante e della terra

“ Alla crescita delle piante prende parte l’intero cielo con le sue stelle. Questo si deve sapere, questo deve una buona volta entrare nelle teste.”

 

Rudolf Steiner, 20 Giugno 1924, Dornach, Introduzione “Impulsi scientifico spirituali per il progresso dell’agricoltura” editrice Antroposofica

Rudolf Steiner fa appello ai ritmi vitali delle piante e della terra, infatti l’agricoltore biodinamico, se vuole progredire e migliorarsi nella sua attività professionale, deve tenere conto dei bioritmi delle piante.

Le piante non sono soggette solo a forze grossolane come l’azoto, i sali minerali e l’acqua del suolo, ma anche alla qualità dell’aria, della luce e del calore che svolgono un effetto importante sulla crescita del mondo vegetale. Come dice Steiner, considerare la pianta senza considerare l’intero cosmo è come osservare l’ago della bussola senza prendere in considerazione il campo elettromagnetico terrestre, da cui l’ago magnetico è condizionato.

La pianta risponde con molta evidenza in particolar modo al Sole che è la nostra stella. Il ritmo giorno-notte condiziona enormemente il flusso della linfa ascendente e discendente. I raggi solari, che attraversano l’aria riscaldandola, agiscono enormemente sulla traspirazione fogliare. Durante il mattino i raggi solari svolgono un’azione di risucchio della pianta verso l’alto creando maggior turgore nel fusto e nelle foglie. Al mattino i fiori si aprono con maggiore energia richiamati proprio dai raggi solari. Questa forza è chiamata eliotropismo, ovvero la forza del sole che favorisce la crescita vegetale.

Al contrario di sera e nella notte le forze di crescita sono maggiormente dirette verso la radice. L’influenza sulle piante non è più esercitata dal sole ma dalla terra, è infatti il geotropismo a prevalere dal tardo pomeriggio. Verso sera la pianta si orienta maggiormente verso il basso e qualsiasi agricoltore un po’ attento si sarà accorto che i trapianti delle orticole fatte verso sera generano uno stress minore rispetto a quelli del mattino. Gli ortaggi da foglia e da frutto raccolti di mattina, si conservano di più rispetto a quelli raccolti la sera. Gli ortaggi da radice invece, si conservano meglio se raccolti in tarda serata. Molte operazioni agricole come le potature, i trapianti e le semine hanno effetti diversi sui processi vitali e linfatici della pianta se vengono fatti di mattina o di sera.

Anche la luna agisce sulla linfa della pianta che è composta in gran parte di liquidi, basti pensare all’effetto gravitazionale che questo astro ha sulle maree. Sul mondo vegetale si tratta di un influsso di tipo qualitativo piuttosto che quantitativo e ogni vegetale risponde in modo diverso. Perché la luna possa avere un’efficacia constatabile bisogna tenere presente che ci sono delle condizioni a cui attenersi, come l’umidità del suolo, la qualità delle sementi e la posizione relativa della luna rispetto alla terra solo per fare alcuni esempi.

È esperienza degli ortolani che su alcune piante la luna crescente, che riflette un quantitativo sempre maggiore di luce sulla terra, durante i giorni di semina favorisce una precoce montata a seme. Conoscere gli effetti pratici della luna sulla crescita del mondo vegetale aiuta l’agricoltore a migliorare la qualità delle proprie tecniche produttive.

L’agricoltore Demeter, ovvero l’agricoltore che applica con dedizione i disciplinari dell’agricoltura biodinamica cerca il più possibile di offrire al consumatore il massimo della qualità di un prodotto agricolo. Per questo oltre a migliorare la qualità del suolo e ad usare i preparati biodinamici segue le indicazioni pratiche del calendario biodinamico. In questo calendario con dati astronomici, cioè scientifici, l’agricoltore cerca di cogliere i momenti più propizi per favorire un elemento qualitativo in ciò che poi porterà al mercato. Un altro effetto importante è che seguendo questo calendario può ottenere diversi benefici dalle potature, dalle spruzzature dei preparati biodinamici, dall’esito degli innesti fatti nei momenti adeguati ed avere piante più sane.

Il calendario biodinamico delle semine, delle lavorazioni e delle potature traccia una guida per inserirsi nei ritmi naturali che sono in sintonia con i ritmi cosmici.

Questo calendario che tiene conto dell’esperienza di quasi cent’anni di attività degli agricoltori biodinamici nel mondo è uno strumento a sostegno di chi coltiva la terra in sintonia con la natura.

di Paolo Pistis

www. paolopistis.com

Share this
21 Dic

Il Consiglio di Amministrazione di Demeter in Sicilia

Il Consiglio di Amministrazione di Demeter Italia, che in questa occasione era presente con il presidente Enrico Amico ed i Consiglieri Carlo Brivio, Paolo Fontanabona, Marco Paravicini ed Antonello Russo, si è recentemente recato in Sicilia per incontrare le aziende biodinamiche in due occasioni. Il primo incontro si è svolto in Sicilia orientale nel pomeriggio del 15 dicembre scorso in provincia di Catania, a Paternò. L’incontro era rivolto alle aziende sub-licenziatarie e a quelle in iter di certificazione localizzate nella Sicilia centro orientale. Il giorno 16 dicembre il Consiglio si è spostato a Castelvetrano, in provincia di Trapani, dove al pomeriggio si è svolto il secondo incontro questa volta con gli operatori provenienti dalla Sicilia nord occidentale. In entrambi gli incontri erano presenti una cinquantina di persone e la partecipazione è stata molto calorosa.

Durante i due eventi il Consiglio Demeter ha illustrato il proprio programma e i singoli consiglieri hanno potuto presentarsi e spiegare le proprie deleghe e le attività che stanno portando avanti ad una platea di agricoltori molto interessati. Gli imprenditori biodinamici presenti hanno portato le loro esperienze e c’è stato un proficuo confronto con il Consiglio, anche a livello umano.

Focus degli incontri è stato l’illustrazione e il confronto sulle finalità e sui benefici del progetto Comunità Biodinamiche che il Consiglio Demeter sta presentando attraverso un tour che toccherà tutta l’Italia. Stare all’interno di una Comunità Biodinamica del proprio territorio è non solo una occasione di confronto, ma anche di crescita e di miglioramento. Le Comunità Biodinamiche, infatti, nascono per creare sui territori momenti di scambio su tematiche di attualità sulla biodinamica e su Demeter e cercare insieme soluzioni a problematiche di tipo agricolo, commerciale e conoscitivo. Luoghi dove dall’ascolto e dal confronto possano emergere soluzioni a problemi legati a specifiche attività.

La mattina del giorno 16 dicembre il Consiglio ha colto l’occasione per andare a visitare un’azienda Demeter, Il Biviere di Giangiacomo Borghese, a Lentini in provincia di Siracusa. È un’azienda agrumicola d’eccellenza e si estende su un fertile terreno che per millenni ha trattenuto le acque del lago il Biviere. L’azienda coltiva circa 110 ettari di arance rosse e bionde, limoni, clementine, pompelmi rosa, pesche tabacchiera e albicocche. Il Consiglio e lo staff di Demeter ha visitato gli aranceti e ha potuto constatare la fertilità del terreno che offre prodotti di altissima qualità, tra cui l’arancia rossa, prodotto tipico della zona che necessita di un microclima particolare per acquisire il suo colore caratteristico.

Nella trasferta in Sicilia, insieme al Consiglio di Amministrazione era rappresentato anche l’ufficio Demeter, a partire dal direttore, Giovanni Buccheri. Erano inoltre presenti: per l’amministrazione, Roberta Superchi, per la segreteria tecnica, Marlene Cattaneo e, per la segreteria generale Francesca Lucifero. Presente anche Giovanni Legittimo che proprio in Sicilia è stato nominato dal Consiglio Demeter ambasciatore per le Comunità Biodinamiche con l’obiettivo di non disperdere le sue competenze e la sua grande esperienza non solo in campo tecnico ma anche dal punto di vista relazionale.

Presto saranno comunicate le date dei prossimi incontri con il Consiglio di Amministrazione Demeter sul territorio.

Share this

Demeter Associazione Italia • Strada Naviglia, 11/a Parma - Tel. +39 0521 776962 - Email: info@demeter.it - P.Iva 01651020347 • Tutti i diritti riservati
Copyright © 2011 - 2023 • Vietata la riproduzione anche parziale • Web Agency Altavista - Credits | Informativa Cookies | Informativa Privacy